Archivi tag: progettazione formativa

Io vivo qui – concluso percorso per insegnanti della Scuola primaria

Concluso il percorso IO VIVO QUI – Insegnare il paesaggio nella Scuola Secondaria di I grado – per il MuSe / Museo delle scienze di Trento in collaborazione con tsm|Step Scuola per il governo del territorio e del paesaggio della Provincia Autonoma di Trento.

muse-iovivoquiins2015

Il corso ha come finalità l’educazione alla cittadinanza attiva e responsabile a partire dalla conoscenza e dalla riflessione sul paesaggio. Il paesaggio, infatti, rappresenta lo spazio della nostra vita e dalla sua qualità dipende la qualità della vita di una comunità e delle sue generazioni future. Il concetto di paesaggio permette di ripensare il rapporto uomo-natura in termini di capacità di mettere in atto buone pratiche, sia individuali che collettive, su alcune questioni centrali: la qualità della vita e la vivibilità dell’ecosistema, la partecipazione e la responsabilità nelle scelte di trasformazione, la valorizzazione delle differenze attraverso la dialettica identità-alterità.

IO VIVO QUI. Apprendere il paesaggio nella scuola secondaria di I grado

step

Concluso il percorso dedicato agli insegnanti della scuola primaria, presto 3 mie giornate nell’ambito di questo percorso:

IO VIVO QUI – Insegnare il paesaggio nella Scuola Secondaria di I grado
Il corso ha come finalità l’educazione alla cittadinanza attiva e responsabile a partire dalla conoscenza e dalla riflessione sul paesaggio. Il paesaggio, infatti, rappresenta lo spazio della nostra vita e dalla sua qualità dipende la qualità della vita di una comunità e delle sue generazioni future. Il concetto di paesaggio permette di ripensare il rapporto uomo-natura in termini di capacità di mettere in atto buone pratiche, sia individuali che collettive, su alcune questioni centrali: la qualità della vita e la vivibilità dell’ecosistema, la partecipazione e la responsabilità nelle scelte di trasformazione, la valorizzazione delle differenze attraverso la dialettica identità-alterità.

http://iovivoqui.tsm.tn.it/educazione-al-paesaggio-al-muse/educare-al-paesaggio-formazione-per-insegnanti-al-muse/

FILE PDF DEI DUE PERCORSI:

1. 2015-step-muse-programma_corso_paesaggio_primarie_paesaggio_lingua_madre

2. 2015-step-muse-programma_corso_paesaggio_secondarie_i_grado_iovivoqui

Formazione con gli operatori del Muse

Concluse per conto di tsm|step le due giornate di formazione per gli operatori del MuSe di Trento sulla progettazione e la conduzione di attività didattiche sul paesaggio [in collaborazione con Maria Bertolini, responsabile dei servizi formativi del MuSe di Trento e con il maestro Corrado Perini].

Destinatari: Operatori didattici MUSE impegnati nelle attività laboratoriali previste nella sezione “Paesaggio”

muse-incontrooperatori

muse-incontrooperatori2

 

Come l’esperienza “C’era una volta: il paesaggio nei racconti” permette di simulare la progettazione di un luogo in cui si può vivere bene, mettendo in condizioni i bambini già a 6 anni di accorgersi delle conseguenze delle scelte: cambiando scala [progettazione di parti separate e osservazione dell'effetto della ricomposizione di un "plastico" ampio che ricomprende tutte le parti], sul rapporto “vuoto”/”pieno” nel paesaggio, su alcuni vincoli e opportunità caratteristici delle valli e così via… nonché sull’importanza dello scambio di idee per pensare a cose a cui, da soli, non si arriverebbe…

Continua a leggere

Progettazione uscita a Sardagna per il MuSe

Oggi uscita con il maestro Corrado Perini e con Maria Bertolini, responsabile dei servizi educativi del Museo delle scienze di Trento (MuSe), per progettare un percorso formativo a Sardagna.

trento da sardagna


Descrizione breve dell’idea progettuale:
Introdurre i partecipanti alla comprensione dell’evoluzione dei paesaggi secondo i tempi geologici e secondo i tempi umani, osservando e interpretando i segni delle “stratificazioni” temporali e facendo ipotesi sulle loro cause.

In un territorio esistono alcuni luoghi dai quali, per loro particolare posizione ed esposizione, è possibile avere una visione privilegiata per guardare ciò che ci circonda. Così è per Sardagna, uno straordinario punto panoramico sulla Valle dell’Adige e sulla città di Trento, facilmente raggiungibile attraverso una funivia che parte in prossimità del centro storico della città. Nella storia il paesaggio è stato spesso interpretato e rappresentato come vista, veduta e panorama. Esso tuttavia non si riduce alla sola visione dal “di sopra e dall’alto”, prospettica e fissa, di un luogo, ma è espressione dinamica della relazione tra l’essere umano e il suo spazio di vita.